XXXIV Congresso Nazionale Forense: Convocazione Assemblea degli iscritti per l'elezione dei Delegati - Adozione del Regolamento

Il Consiglio

 -          preso atto che in data 26.3.2018 il CNF, ai sensi dell'art.39 co.1 L. n.247/2012, ha convocato il XXXIV Congresso Nazionale Forense a Catania per i giorni 4, 5 e 6 ottobre c.a., con il titolo “Il ruolo dell’Avvocato per la Democrazia e nella Costituzione”, con i seguenti sottotemi: Costituzionalizzazione della figura e del ruolo dell’Avvocato e relativa proposta normativaAnalisi dei contenuti di una eventuale proposta normativa concernente la figura del cosiddetto Avvocato monocommittente - Proposta di un nuovo Codice di Procedura Civile – Proposta di revisione della normativa che ha introdotto la società di capitali fra e/o con Avvocati - Proposta per il definitivo chiarimento della natura giuridica dell’Ordine Forense - Revisione del Regolamento-Statuto congressuale approvato nel corso del XXXIII Congresso Nazionale Forense di Rimini;

... omissis ...

convoca

 L’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI

per il giorno 09 luglio 2018 alle ore 8:00 in prima convocazione e per il giorno 10 luglio 2018 alle ore 9:30 in seconda convocazione, presso la sede della Biblioteca Storica Ordine Avvocati in Trani alla Piazza Sacra Regia Udienza n. 9,

per l’elezione di 5 delegati al
XXXIV CONGRESSO NAZIONALE FORENSE
che si terrà in Catania dal 4 al 6 ottobre 2018

 ... omissis ...

-          ritenuto di doversi dotare di Regolamento elettorale che recepisca i dettami delle norme regolamentari e statutarie (e segnatamente dell’art.4) approvate dal XXXIII Congresso Nazionale di Rimini e specifichi (semplificandole) le principali indicazioni elettorali;

delibera

di adottare il seguente

R E G O L A M E N T O

per l'elezione dei Delegati al XXXIV Congresso Nazionale Forense - Catania 2018

  1. Le elezioni dei Delegati si svolgono presso l’Ordine, nel rispetto delle modalità e dei termini indicati nell’avviso di convocazione del Congresso di cui all’art. 3, comma 2, del Regolamento del Congresso, con la celebrazione dell’Assemblea circondariale degli iscritti, finalizzata alla discussione dei temi congressuali:
  2. Le elezioni dei Delegati si svolgono in conformità alle regole per le elezioni dei COA disciplinate dalla L. 113/2017, quale legge vigente alla data di svolgimento dell’assemblea, limitatamente alla composizione dei seggi elettorali, alle modalità di presentazione delle candidature e di svolgimento delle operazioni di voto, di scrutinio e di proclamazione degli eletti e sostituzione dei Delegati per in casi di cui all’art. 28, comma 6, della legge professionale.
  3. È delegato di diritto il Presidente del COA in carica al momento dello svolgimento delle sessioni congressuali.
  4. L'elezione dei Delegati avviene a scrutinio segreto.
  5. Hanno diritto al voto tutti coloro i quali risultano iscritti negli Albi e negli Elenchi dei dipendenti degli Enti Pubblici e dei docenti e ricercatori universitari a tempo pieno e nella sezione speciale degli Avvocati stabiliti, il giorno antecedente l'inizio delle operazioni elettorali (9.7.2018). Sono esclusi dal diritto di voto gli avvocati per qualunque ragione sospesi dall'esercizio della professione.
  6. Sono eleggibili gli iscritti aventi diritto di voto, che si siano candidati e che non abbiano riportato, nei cinque anni precedenti, una sanzione disciplinare esecutiva più grave dell'avvertimento.
  7. Il numero dei Delegati da eleggere per ciascun Ordine circondariale è determinato in misura di un Delegato fino a cinquecento iscritti e da un successivo Delegato ogni ulteriori cinquecento iscritti ovvero frazione pari o superiore al numero degli iscritti dell’Ordine meno numeroso (COA di Lanusei con 132 iscritti) computato al 31/12/2017; il COA Trani ha diritto di eleggere n.5 Delegati oltre al Presidente dell'Ordine, delegato di diritto.
  8. Gli avvocati possono presentare esclusivamente candidature individuali. Le candidature devono essere presentate, a pena di irricevibilità, entro le ore 12:00 del 26.6.2018, mediante deposito presso la Segreteria dell'Ordine di dichiarazione sottoscritta dall'interessato e resa ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR n. 445/2000; la dichiarazione dovrà recare i dati anagrafici e professionali del candidato e autocertificazione dell'assenza di sanzioni disciplinari definitive superiori all'avvertimento, e dovrà essere presentata personalmente ovvero inviata tramite posta elettronica certificata del candidato stesso, negli stessi termini.
  9. Ogni elettore manifesta il proprio voto esprimendo non più di 4 (quattro) preferenze per singoli candidati. In ossequio all’art. 51 della Costituzione e al fine di assicurare l’equilibrio fra i generi, nel caso in cui l’elettore voglia esprimere più di una preferenza almeno 2 (due) voti devono essere espressi, a pena di nullità, in favore di uno dei due generi.
  10. Ai fini dell'espressione del diritto di voto, non è consentita alcuna delega.
  11. Sono eletti quali Delegati effettivi i candidati che abbiano riportato il maggior numero di voti. In caso di parità di voti risulta eletto il candidato più anziano per data di iscrizione all'Albo; in caso di ulteriore parità risulta eletto il candidato più anziano anagraficamente.
  12. I candidati non eletti, sulla base dei voti riportati e in numero pari a quello degli effettivi, sono inseriti nell'elenco dei Delegati supplenti, a cui si attingerà in caso di sopravvenuta indisponibilità di taluno degli eletti, secondo l'ordine di graduatoria.
  13. L'Ufficio di Presidenza del Consiglio dell'Ordine riveste le funzioni di Commissione di garanzia per la valutazione dell'ammissibilità delle candidature.
  14. L'elenco dei candidati sarà pubblicato presso la Segreteria e sul sito internet istituzionale dell'Ordine a partire dal 27 giugno 2018.
  15. Le elezioni si svolgeranno nella giornata del 10 luglio 2018, con orario di apertura del seggio dalle ore 9,30 alle 15,00, presso la sede della Biblioteca Storica del Consiglio dell'Ordine, ubicata in piazza Sacra Regia Udienza n.9.
  16. Il Presidente del Consiglio dell'Ordine presiede il seggio Elettorale e nomina la Commissione elettorale costituita da tre componenti, oltre al Presidente e al Segretario.
  17. La propaganda elettorale è svolta nel rispetto delle norme deontologiche. È comunque vietata, in qualsiasi forma, nel luogo e nel tempo in cui si svolgono le operazioni di voto.
  18. Le schede dovranno preventivamente essere timbrate e vidimate dal Presidente del seggio o da un suo delegato.
  19. Le preferenze devono essere espresse scrivendo sulla scheda elettorale il cognome e il nome del candidato prescelto; sarà sufficiente anche l'indicazione del solo cognome purché non vi siano casi di omonimia tra i candidati; in tal caso, in mancanza dell'indicazione del nome, la preferenza sarà considerata nulla.
  20. Tutte le preferenze espresse oltre le prime quattro consentite, saranno considerate nulle.
  21. Per quanto non previsto dal presente Regolamento si applicano le norme del vigente statuto del Congresso Nazionale Forense nonché della L. 113/2017.

Trani, 04/06/2018

 Il Consigliere Segretario                                                                             Il Presidente

 Avv. Donato de Tullio                                                                            Avv. Tullio Bertolino